Peugeot 301 (2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peugeot 301
Peugeot 301 noire cropped.jpg
Descrizione generale
Costruttore Francia  Peugeot
Tipo principale berlina 3 volumi
Produzione dal 2012
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.440 mm
Passo 2.650 mm
Altro
Assemblaggio Vigo (E)
Stessa famiglia Citroën C3 Mk2
Citroën C3 Picasso
Citroën DS3
Peugeot 208
Citroën C-Elysée II
Auto simili Fiat Linea
Renault Thalia e Symbol
Peugeot 301-2.JPG
Vista posteriore

La 301 è un'autovettura di segmento B prodotta a partire dal 2012 dalla casa francese Peugeot.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

La 301 riprende il nome di un modello degli anni trenta del secolo precedente ed inaugura un nuovo criterio di denominazione per i modelli della Casa francese, i cui nomi terminano con la cifra 8 per quelli destinati ai mercati più affermati e per 1 per i mercati emergenti. La 301 appartiene quindi a quest'ultima categoria e viene quindi proposta inizialmente per il mercato turco, e successivamente per altri mercati in fase di crescita.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le prime immagini della vettura sono state svelate il 24 maggio 2012, ma il debutto ufficiale è avvenuto il 29 settembre al Salone di Parigi. Un altro debutto, praticamente in contemporanea con la kermesse parigina, si è avuto anche al Salone di Santiago.
Esteticamente la vettura si rifà molto chiaramente al nuovo corso stilistico intrapreso dalla Casa di Sochaux: una "bocca" frontale evidente ma più discreta che nella produzione degli anni precedenti, sottili fari anteriori, gruppi ottici posteriori con grafiche bicolore sullo stesso principio della 208, ma con disegno differente, un cofano "mosso" da svariate nervature longitudinali, una fiancata resa più grintosa da una nervatura che passa attraverso le maniglie porta. Nel complesso il disegno del corpo vettura appare molto elegante, nonostante si tratti di una 3 volumi compatta, appartenente cioè a quel segmento di vetture che in Europa occidentale fatica molto a riscuotere consensi. Ed infatti i vertici PSA non prevedono di introdurla in tali mercati, mentre ne è prevista la sua commercializzazione nel mercato cinese.
La vettura utilizza un pianale derivato da quello della 208, della quale riprende anche la meccanica, mentre il passo è stato allungato di 11 cm. Tre i motori disponibili:

  • 1.2 VTi: è una variante depotenziata dell'equivalente unità motrice che equipaggia la 208. Qui la potenza del trincilindrico EB2 da 1199 cm3 scende da 82 a 72 CV;
  • 1.6 VTi: si tratta del EC5 aspirato da 1587 cm3, una modifica del motore TU5 per i mercati emergenti, con potenza di 115 CV
  • 1.6 HDi: unica motorizzazione diesel disponibile, è il motore DV6ATED4 da 1560 cm3 con potenza di 92 CV.

La dotazione di serie è in generale piuttosto ricca, tanto che lo stesso gruppo PSA rifiuta di classificarla come vettura low-cost: tra gli accessori compresi nel prezzo vi sono l'ABS, l'ESP, l'assistente elettronico alla frenata d'emergenza, quattro airbags, climatizzatore a controllo elettronico, assistenza al parcheggio, sistema hi-fi con lettore MP3, presa USB ed apertura a distanza del bagagliaio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili