Retesei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Retesei
RETESEI.JPG
Paese Italia Italia
Lingua Italiano
Nomi precedenti Telecervinara (1981-86)
Data di lancio 4 agosto 1981
Versione timeshift Retesei +1
Gruppo Pallotta Group s.r.l.
Editore Domenico Pallotta
Sede principale Via Carlo del Balzo 33
I-83012 Cervinara (AV)
Sito www.retesei.com
Digitale UHF 34 (provv. di AV e BN)

Retesei o Rete 6 è un'emittente televisiva italiana fondata a Cervinara (AV) nel 1981.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Retesei nacque il 4 agosto 1981 con il nome di Telecervinara per iniziativa dell'imprenditore di Cervinara Domenico Pallotta; la sede era in via Carlo Del Balzo, a Cervinara, poco distante da quella che è la sede attuale. Inizialmente la televisione trasmetteva poche ore al giorno con apparecchiature di fortuna su un'unica frequenza che irradiava la sola Valle Caudina. Alla metà degli anni ottanta il segnale fu esteso ai capiluogo e ai territori provinciali di Avellino e Benevento.

Nel 1986 Pallotta cambiò la struttura dell’emittente con il trasferimento di una nuova sede, il miglioramento del palinsesto e la denominazione in Retesei, acquisendo il titolo di emittente interprovinciale.

Retesei fu la prima emittente a trasmettere fin dall'inizio in diretta la cronaca dell'alluvione che colpì la Valle Caudina il 16 dicembre 1999. Il Tg1 riprese e ritrasmise al pubblico nazionale le immagini girate dagli operatori di Retesei.

Con il nuovo secolo la società Retesei s.r.l. diviene Pallotta Group s.r.l., ed è tuttora una tra le più longeve emittenti italiani a non avere mai cambiato proprietà.

A tutto il 2012 trasmette su sei canali digitali terrestri e produce cinque edizioni di telegiornale.

Mux di Retesei[modifica | modifica sorgente]

LCN Nome canale
92 Retesei
286 Retesei +1
627 Retesei News
677 Retesei Shop Music
Retesei One
Retesei Vetrina
Tele Alta Irpinia
TLA

Copertura digitale[modifica | modifica sorgente]

UHF Città
UHF 34 Avellino
UHF 34 Benevento

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione