Riddick (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riddick
Riddick.PNG
Vin Diesel in una scena del film.
Titolo originale Riddick
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2013
Durata 119 min
126 min (director's cut)
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, fantascienza, thriller
Regia David Twohy
Soggetto Jim Wheat, Ken Wheat
Sceneggiatura David Twohy
Produttore Vin Diesel, Ted Field, Samantha Vincent
Casa di produzione Media Rights Capital, Radar Pictures, One Race Films
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Montaggio Tracy Adams
Musiche Graeme Revell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Riddick è un film di fantascienza del 2013 diretto da David Twohy. È il terzo capitolo della saga dedicata all'antieroe Riddick, interpretato da Vin Diesel, dopo Pitch Black (2000) e The Chronicles of Riddick (2004). Inizialmente il titolo del film era: The Chronicles of Riddick: Dead Man Stalking[1].

La regia è sempre di David Twohy che firma anche la sceneggiatura. Protagonista è ancora Vin Diesel. Piuttosto che al secondo film The Chronicles of Riddick, il film è più simile al primo, Pitch Black. Tornano infatti i mostri alieni che resero quel film a basso costo un cult del cinema di fantascienza.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In un pianeta deserto Riddick viene ridestato da un uccello rapace: il furiano è gravemente ferito. Prima che possa curarsi egli viene assalito da un gruppo di canidi simili a grossi dingo, dai quali riesce però a fuggire. Curata la gamba con mezzi di fortuna, Riddick cerca un riparo per riposare, e qui in un flashback vengono mostrati gli eventi che lo hanno condotto in quella situazione: in base alla legge dei Necromonger "Ciò che uccidi rimane a te" egli ne è divenuto il nuovo "Lord Marshal" dopo averne assassinato il predecessore in duello. Ciò, unito al fatto che egli si sente a disagio nel ruolo di leader dei Necromonger lo spinge ad un accordo con Lord Vaako: avrebbe ceduto a quest'ultimo il titolo di Lord Marshal a patto di essere condotto su Furya, suo mondo natale. Vaako accetta ed ordina Krone, suo sottoposto, di portarlo sul luogo. Quest'ultimo però tradisce Riddick portandolo in un altro pianeta e cerca di assassinarlo. Fiutata la trappola, il furiano uccide i sicari di Krone, ma quest'ultimo riesce a provocare una frana che fa precipitare Riddick da un dirupo. Ripresosi, Riddick esplora la zona in cui si trova e, arrampicatosi su una montagna, intravede una savana, che può però essere raggiunta solo attraverso un passo sorvegliato da una pericolosa specie velenosa che vive nel fango. Dopo una lunga preparazione che prevede l'immunizzazione al veleno degli esseri tramite l'autoignezione di dosi sempre più elevate, Riddick riesce nell'impresa, portando con se anche un cucciolo di "dingo". Dopo lungo tempo Riddick ed il suo dingo divenuto ormai adulto giungono nei pressi di una struttura usata come base di appoggio da dei cacciatori di taglie ed il furiano decide di usarla per attirarne alcuni sul luogo, poiché grazie ai suoi occhi ha potuto osservare che a causa di un fronte temporalesco diretto verso di lui moltissimi esemplari della specie velenosa emergono dalla terra approfittando dell'umidità della pioggia, costituendo così un grave pericolo. Ben presto arrivano due navi sul posto; la prima trasporta un gruppo di cacciatori di taglie guidate da un uomo violento e instabile chiamato "Santana", mentre l'altra squadra di mercenari, più attrezzata, è guidata da un uomo di nome "Johns". Riddick lascia loro un messaggio nel quale promette la morte a tutti i mercenari presenti, a meno che essi non gli lascino una delle loro navi per permettergli di lasciare il pianeta. Rubio, Nunez e Falco, del gruppo di mercenari di Santana, muoiono durante la prima notte, costringendo Santana a collaborare con Johns. Riddick riesce poi a rubare le batterie di entrambe le navi, e a quel punto Johns e Santana sembrano raggiungere un accordo tra loro per negoziare con lui. Mostratosi ai cacciatori di taglie, Riddick offre loro uno scambio: una delle navi in cambio della batteria per l'altra, ma la situazione degenera a causa di Santana che, adirato, tenta di attaccare Riddick alle spalle, venendo fermato dal "dingo" di Riddick, che viene ucciso, mentre Riddick viene sedato tramite dei proiettili narcotizzanti.

Riddick viene incatenato nella stazione, e Johns lo interroga su dove sia finito il mercenario visto in Pitch Black, rivelandogli di esserne il padre. La tempesta si avvicina e con la pioggia, arrivano le feroci e velenose creature, che circondano la stazione e tentano di entrare nell'edificio, uccidendo inizialmente Lockspur e Moss. Johns intende rilasciare Riddick, perché gli consegni una batteria della nave, tuttavia Santana vorrebbe ucciderlo, perché secondo lui Riddick da morto vale il doppio che da vivo. Ancora in parte incatenato, Riddick, come gli aveva promesso, decapita Santana scangliandogli contro un coltello con un calcio, vendicando la morte del suo amico "dingo". Dopo essersi aperti un varco verso la nave che ospita le moto, Riddick guida i mercenari verso il luogo dove sono nascoste le batterie. Diaz, un uomo di Santana, tocca la moto di Johns, facendolo cadere, ma Riddick lo recupera, rivelandogli che suo figlio era in realtà un drogato dipendente dalla morfina, che voleva utilizzare come esca un bambino per salvarsi la pelle. In un attimo di distrazione da parte di entrambi, Diaz tenta di uccidere Johns e Riddick, ma quest'ultimo lo uccide dopo un violento combattimento; Diaz tuttavia prima di morire riesce a danneggiare l'unica moto rimasta funzionante, mentre l'altra era già stata messa fuori uso in precedenza dallo stesso Diaz. Riddick e Johns vengono circondati da un'orda di creature; Riddick è ferito e Johns riesce a fuggire con le batterie lasciando Riddick sul posto, a combattere una battaglia ormai persa con le creature. Quando ormai pare soccombere, Riddick viene salvato da Johns, che arriva con la nave abbattendo alcune creature e salvando Riddick da morte certa. Riddick prende poi possesso dell'altra nave, ed entrambi volano via dal pianeta, verso diverse direzioni. Prima di dividersi, Johns si affianca alla nave di Riddick per chiedergli dove andrà, anche se poi, ripensandoci, dice di non volerlo sapere. Riddick gli dice che tutti prima o poi tornano a casa, e vola via.

Nella versione estesa della pellicola viene mostrato Riddick intento a tornare fra i Necromonger ed ad uccidere Krone. Immediatamente dopo il furiano chiede ad una delle ancelle se Vaako sia vivo o morto, e lei risponde "entrambi". La pellicola si conclude con la voce di Vaako proveniente dall'Oltreverso che si rivolge a Riddick.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Le prime indiscrezioni sulla realizzazione di un terzo capitolo della cronache di Riddick iniziarono a circolare fin dal 2006[2]. Il regista Twohy affermò subito che il film sarebbe stato una pellicola indipendente a basso costo, nonostante fosse già noto che sarebbe stato distribuito dagli Universal Studios come gli altri film della serie[3].

Nonostante la tiepida accoglienza del precedente film del 2004, Diesel e Twohy rimasero ottimisti a proposito della realizzazione di un terzo film. Diesel affermò che «tutti sanno che amo Riddick e sono sempre al lavoro sul personaggio», e che «se ci vogliono cinque anni per creare un altro film, è perché sia David che io siamo molto perfezionisti»[4]. Durante i successivi quattro anni, Diesel pubblicò periodicamente degli aggiornamenti sul proprio profilo Facebook, mantenendo i fan aggiornati sui progressi del film. Nel novembre 2009, poco dopo aver terminato di scrivere la sceneggiatura, Twohy annuncio che la fase di pre-produzione della pellicola stava per cominciare[5].

Nell'aprile 2010 una recensione della sceneggiatura del film, noto in fase di produzione col titolo di The Chronicles of Riddick: Dead Man Stalking), viene pubblicata dal sito Coming Attractions.

Il giornalista Patrick Sauriol scrisse:

(EN)
« Free from the constraints of delivering a PG-13 movie, the dialogue in Dead Man Stalking is more suited to a film like Training Day; the mercs we meet are hard living people, not those washout fakeout space mercs from a film like Alien Resurrection»
(IT)
« Libero dai vincoli di un film destinato ad un pubblico dai 13 anni in su, i dialoghi di Dead Man Stalking sono più adatti a pellicole come Training Day; i mercenari che incontriamo sono uomini duri, non degli smidollati poco credibili come quelli di film come Alien - La clonazione»
(Patrick Sauriol per Coming Attractions[6])

Il 9 febbraio 2010, Diesel confermò, tramite il proprio profilo Facebook, che una delle location delle riprese sarebbe stato il Deserto Bianco di Farafra, in Egitto. Affermò infatti che il terreno del deserto, unico nel suo genere, ben si prestava a rappresentare l'atmosfera del pianeta trattato nel film[7].

Il 13 marzo 2011, Diesel pubblicò, sempre sul suo profilo Facebook, un video nel quale lo stesso Diesel e il regista David Twohy parlavano del terzo film. Essi riconfermarono che il film sarebbe stato classificato come R, così come era stato per il primo film, promettendo che le riprese sarebbero cominciate entro breve[8].

Cast[modifica | modifica sorgente]

Karl Urban riprende il ruolo di Lord Vaako[9], mentre Katee Sackhoff e Matt Nable si uniscono al cast[10].

Riprese[modifica | modifica sorgente]

Le prime immagini di Vin Diesel su set sono state distribuite il 20 gennaio 2012[11]. Le riprese iniziate nel gennaio 2012, si sono concluse alla fine di marzo. Nel mese successivo è iniziata la post produzione.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer di lancio è stato distribuito dall'attore Vin Diesel tramite il suo profilo facebook il 22 marzo 2013[12].

Date di distribuzione[13][modifica | modifica sorgente]

Stato Data
Irlanda 4 settembre
Regno Unito
Croazia 5 settembre
Hong Kong
Ungheria
Italia
Paesi Bassi
Macedonia
Bulgaria 6 settembre
Estonia
India
Lituania
Norvegia
Taiwan
USA
Australia 12 settembre
Perù
Portogallo
Russia
Singapore
Spagna 13 settembre
Belgio 18 settembre
Francia
Austria 19 settembre
Germania
Svezia 20 settembre
Danimarca 26 settembre
Brasile 27 settembre
Finlandia
Argentina 10 ottobre
Grecia 17 ottobre

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il budget per la pellicola è stato stimato in 38 milioni di dollari.[14] Il film ha incassato in totale $98 337 295.[15]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ MyMovies.it
  2. ^ (EN) ComingSoon.net, ComingSoon.net.
  3. ^ (EN) David Twohy Gives "Chronicles of Riddick 2" Update!, Countingdown.com, 19 novembre 2007. URL consultato il 19 novembre 2007.
  4. ^ (EN) Two More Riddick Sequels En Route Says Vin, Filmwad.com, 28 agosto 2008. URL consultato il 9 luglio 2007.
  5. ^ Orlando Parfitt, Riddick 3 Moves Ahead, IGN, 3 dicembre 2009. URL consultato il 9 luglio 2010.
  6. ^ (EN) Exclusive: Script review of The Chronicles of Riddick: Dead Man Stalking, Corona's Coming Attractions. URL consultato il 4 ottobre 2010.
  7. ^ (EN) New Concept Art from Third Riddick Film, Dreadcentral.com. URL consultato il 9 luglio 2010.
  8. ^ (EN) Vin Diesel & David Twohy Video Talk a Third Riddick, SteveFarrell. URL consultato il 13 marzo 2011.
  9. ^ Karl Urban Returns to 'Riddick' Franchise!, BloodyDisgusting.
  10. ^ Katee Sackhoff Joins Riddick | Movie News | Empire, Empireonline.com. URL consultato il 12 settembre 2012.
  11. ^ (EN) The First Photo of Vin Diesel on the Riddick Set, ComingSoon.net, 20 gennaio 2012. URL consultato il 12 settembre 2012.
  12. ^ Vin Diesel, As promised... the first look teaser to this year's Riddick!, Facebook.com, 22 marzo 2013.
  13. ^ (EN) Release info, IMDb. URL consultato il 24 agosto 2013.
  14. ^ Box office/business for Riddick, Imdb. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  15. ^ Riddick, Box Office Mojo. URL consultato il 10 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]