Salina di Comacchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°36′54.56″N 12°10′01.25″E / 44.615156°N 12.167015°E44.615156; 12.167015

Salina di Comacchio
Saline di Comacchio.JPG
Tipo di area SIC, ZPS
Stati Italia Italia
Regioni Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Province Ferrara Ferrara
Comuni Comacchio
Superficie a terra 600 ha km²
Sito istituzionale

La Salina di Comacchio è un'area protetta situata in Emilia-Romagna, nella provincia di Ferrara. Protegge circa 600 ettari di salina, che dal 1984 non è più utilizzata per la produzione di sale. Per l'alta quantità di specie di uccelli presenti la salina di Comacchio può essere considerata il cuore del Parco regionale del Delta del Po.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fin dall'antichità, la zona di Comacchio è stata una grande fornitrice di sale per tutta l'Italia settentrionale, ma probabilmente la localizzazione delle saline non era uguale a quella odierna.
Le saline furono oggetto di numerose lotte tra la Repubblica di Venezia, Estensi e Ravennati, e nel XVII secolo passarono sotto il governo pontificio. Nel 1808 Comacchio entrò nella Repubblica Cisalpina e la salina incominciò ad assumere la morfologia attuale.
La salina diventò un'oasi di protezione della fauna nel 1979 e nel 1984 cessò la produzione del sale. Nel 1988, con l'istituzione del Parco regionale del Delta del Po, ne divennero parte.

Flora[modifica | modifica sorgente]

La salicornia strobilacea in Italia è classificata come vulnerabile dall'IUCN.

Per la vegetazione la vita in un ambiente così salato è molto difficile, quindi le specie sono poco numerose.
Le piante più comuni sono, nella famiglia Chenopodiaceae, la salicornia veneta (una pianta endemica dell'Alto Adriatico), la salicornia glauca, la salicornia strobilacea, Atriplex portulacoides e Sarcocornia fruticosa; per le altre famiglie sono presenti il giunco marittimo e Elytrigia atherica.[1]

Fauna[modifica | modifica sorgente]

La fauna della salina è molto variegata e comprende soprattutto uccelli.

Ittiofauna[modifica | modifica sorgente]

In salina i pesci presenti sono molto adattati ad un ambiente estremamente salato: sono presenti l'anguilla europea, il nono, il cefalo comune e il ghiozzetto cenerino.

Avifauna[modifica | modifica sorgente]

La componente più numerosa della fauna della salina è sicuramente l'avifauna: sono centinaia le specie di uccelli presenti. Le più comuni sono:

La volpoca nidifica in salina con circa 30-50 coppie, pari al 25% del totale nazionale.
Durante le migrazioni è facile vedere grandi stormi a V di cormorani
Il fenicottero maggiore nidifica in salina dal 2000, con un numero crescente di coppie ogni anno. Nel 2011 sono nati circa 2000 pulcini.[2]
Il cavaliere d'Italia è una delle specie più comuni in estate.
Il fraticello ha incominciato a nidificare in salina a partire dal 2003.[3]

Oltre a queste specie, le più comuni, sono presenti anche molte rarità: irregolarmente vengono avvistati anche il pellicano comune, il piro piro Terek, il falaropo beccosottile e la sterna maggiore. Il 17 luglio 2011, per la prima volta in Italia, è stato osservato e inanellato un gambecchio di Bonaparte.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.parcodeltapo.it/er/natura/ambienti/saline_comacchio.html
  2. ^ La Stampa - Nati duemila fenicotteri sul Delta del Po
  3. ^ http://www.mappareilfuturo.it/docs/PdG-Salina-Comacchio.pdf

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]